Basta col tafazzismo italiano sulla Libia

Mentre una compagnia libica, la Libyan Wings, si offre di mettere un volo diretto da Malpensa e Fiumicino perché le nostre imprese stanno tornando a lavorare in Libia (un consorzio italiano ha preso l’appalto per aeroporto di Tripoli), il governo di Roma non muove un dito per togliere il divieto di sorvolo del nostro spazio aereo che fu imposto ai velivoli libici nel 2011.

Ma oggi le bombe non ci sono più.

Nel frattempo Macron ha invitato a Parigi Haftar e Serraj senza la presenza italiana. Per cui è facile prevedere che i voli con Tripoli e Bengasi li aprirà Air France e noi ci terremo lo spazio aereo chiuso e i flussi.

Così gli imprenditori italiani e i connazionali diretti in Libia (ormai cominciano ad essere molti) pagheranno il biglietto ai francesi.

Il pasticcio perfetto.

twitter@ReteLibia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...